06 ottobre 2010

Consiglio n° 4: la prima parolina

La nascita di un figlio è un evento meraviglioso. Una nuova persona che ha vissuto per nove mesi dentrro di te ora fa parte della tua quotidianità. Ti riempie le giornate, ti monopolizza il pensiero. Ogni momento è per lui, ogni azione è pensata in sua funzione. Ogni sorriso, ogni smorfia ti mandano in paradiso. Ogni pianto, ogni lamento ti spaventano a morte.
Il suo essere ti ipnotizza, lo scruti, lo controlli ogni giorno è diverso. Quanti piccoli cambiamenti in poco tempo!
Il primo dentino, il secondo, i capelli che crescono, gli occhi che si fanno più intelligenti... Com'è bello condividere tutto questo con gli altri!
E poi finalmente la prima parolina! Non ti sembra vero, lo racconti a tutti, a quelli che incontri, a quelli che ti telefonano.
"Sai ieri per la prima volta ha parlato e ha detto MAMMA!"
Aaah, ha detto mamma...
E ti credo! Gli ha fracassato i marroni per mesi ripetendo solo ed esclusivamente* quella parola. Cos'avrebbe mai potuto dire di diverso il pargolo?

*mi correggo il mantra cambia non appena entra in casa il padre.

4 commenti:

sonia ha detto...

hhihiihih
l asterisco m ha fatto morire...

cinciamogia ha detto...

Sapevo 'sta qua, che in realtà 'ma' è la prima sillaba che si impara, la più semplice, ed è perciò la prima parola che il bambino dice. Anzi, è proprio per questo che la mamma si chiama mamma o qualcosa con questa sillaba. Il bambino non potrebbe dire come prima cosa "frullatore", nemmeno a ripeterglielo tutto il giorno. Poi magari non è vero e mi hanno raccontato una balla, eh?

Sonia ha detto...

potrebbe pure essere vero! del resto mamma/mama e mam si dice più o meno in tutte le lingue.

Pimpirulin ha detto...

E' sicuramente vero: mica sono sceme le mamme!