14 marzo 2008

Ipse dixit

Con la campagna elettorale la visibilità dei nostri politici è aumentata a dismisura e c'è chi, inebriato da tanta pubblica esposizione, si lascia andare a dichiarazioni imbarazzanti.
Berlusconi ormai ci ha abituato alle sue sparate, nonostante questo ogni volta è un colpo allo stomaco.
Ieri si sera, ad una giovane che gli chiedeva un consiglio rispondeva: Contro la precarietà? Sposare mio figlio o un milionario», e ha aggiunto: «Io da padre le consiglio di cercare di sposare il figlio di Berlusconi o qualcun altro del genere, e credo che, con il suo sorriso, se lo può certamente permettere.
La ragazza l'ha presa bene!
Io mi sono sentita offesa per lei.



(un grazie a Vauro che mi ha, inconsapevolmente, prestato la vignetta)


2 commenti:

Manuel (Ciclismo PST) ha detto...

Io avrei fatto un pensierino pure alla ragazza. Se la ricordo bene.
Vebbé va,...(ora non cominciamo col solito "...ah, gli uomini!...)
Auguri per Pasqua a tutte le 'miss', va bene? (mi sarò salvato in calcio d'angolo?)

adam brown ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.