16 gennaio 2011

Vita vegetariana: la scelta

Scegliere di diventare vegetariana non è stato facile.
Non tanto per il cambiamento delle abitudini alimentari (prima ero una vera carnivora), la cucina italiana offre una miriade di alternative gustose e nutritive. Basti pensare alle tradizionali ricette venete, pasta e fagioli e risi e bisi. Due piatti ricchi di tutto quello che il nostro corpo ha bisogno.
No, la questione alimentare è la più facile da gestire. Difficile è avere a che fare con i pregiudizi e l'ignoranza della gente.
E nella mia ventennale esperienza ne ho sentite di cotte e di crude!
Ho smesso di mangiare carne nel lontano 1987. Sono tornata da scuola e davanti ad una coscia di pollo mi sono bloccata, da quel momento non ho più mangiato né carne né pesce.
A quel tempo non si sapeva quasi nulla, i vegetariani erano un gruppetto sparuto di eccentrici frichettoni di cui non si parlava. Li si accumunava spesso agli Are Krisna, o ad altri seguaci di discipline orientali.
Vivere in un piccolo paese di campagna non giocava certo a mio favore.
Mia madre, intelligentemente, non mi ha dato contro, ma ha cercato di capirmi e di capire. Così mi ha accompagnato dal medico per avere un suo parere.
Il medico (famoso per i trattamenti di piacere che riservava alle ragazze) mi ha chiesto il perchè della mia scelta. Gliel'ho spiegato. Per bene.
La sua risposta mi ha lasciata di sasso:
"Certo che con un po' di attenzione si può tranquillamente vivere senza carne, ma quando avrai dei rapporti sessuali come farai?"
E cosa sono io? Una mantide religiosa?
Il giorno dopo sono andata al'USSL e ho cambiato medico.
E questo è solo l'inizio.

9 commenti:

Sergio ha detto...

Per quanto mi sforzi non riesco a trovare nessuna (anche assurda) logica nella domanda del medico)

Zu ha detto...

tipo così?

Anonimo ha detto...

Ciao, penso che sia per tutti così, l'aspetto dell'alimentazione è niente confrontato con la miriade di discussioni assurde che ci tocca affrontare (che uno ne abbia voglia o meno).
Ma lo sai che anche a me un collega mi ha chiesto come faccio con il sesso. Io ho risposto che la carne umana mi piace ed è l'unica eccezione che mi permetto, così semplicemente la sbrano e basta. lui ha detto: "ah!??!". Fine della discussione.
Giacomo

mgg64 ha detto...

sto qua inebetita come sergio cerco di trovare un nesso...non ci sta..non ci sta..

Pimpirulin ha detto...

@Zu! Uguale uguale!
@Anonimo, ma allora non è così strana l'associazione carne-sesso. La trovo comunque idiota come tutti i luoghi comuni sui vegetariani. Tempo fa andava di moda dire che erano meno violenti dei carnivori.
@mgg64, forse aveva ragione @acrimonia su friendfeed: "Avrà pensato che oltre alla carne avresti rifiutato anche i rapporti CARNali... Cheggenio!"

dokhi ha detto...

vegetariano è bello anche per gli amici...scopri tante ricette quando sei invitato a casa e ti preparano solo ed esclusivamente verdure....e che cenette. da rifarsi

Pimpirulin ha detto...

Si, ma la prossima volta grembiuli para-schizzi per tutti!
E poi c'è sempre quella minestra rosa che è passata agli annali!

cinciamogia ha detto...

Ma cosa c'entra il sesso?
Io non sono vegetariana (dovrei dire "non sono ancora") ma ne ho sentite lo stesso: mio marito non mangia carne per un'intolleranza alimentare, e tipicamente quando lo dice a qualcuno questo chiede "davvero? ma anche il pollo?" come se il pollo fosse un frutto.

Pimpirulin ha detto...

Cincia il medico era un maniaco, ne ha combinate...
Ne anche io di esempi simili a quello di tuo marito, ti racconterò.